Come Scegliere Soluzioni di Investimento

La crisi economica e finanziaria degli ultimi anni ha avuto come conseguenza l’assunzione, da parte dei risparmiatori, di un atteggiamento prudenziale e di avversione verso investimenti considerati più a rischio. La naturale reazione è stata quella di impiegare i risparmi in forme di investimento conservative, a breve termine e di semplice comprensione.

A volte questo comportamento può essere dannoso perchè i rischi cui vanno incontro queste tipologie di investimento sono maggiori rispetto ad un portafoglio con una volatilità controllata che può rispondere in modo più adeguato alle incertezze dei mercati.

Conoscere alcuni componenti del mercato finanziario, quindi, è la soluzione migliore per poter investire informati e gestire i propri risparmi con meno apprensione.

Inflazione.

Il primo aspetto da prendere in considerazione è il problema inflazione. L’investitore molto prudente impiega i propri risparmi in strumenti di liquidità, non tenendo conto che interessi bassi pari o inferiori al’inflazione generano rendimenti reali addirittura negativi che riducono così il potere d’acquisto dei soldi investiti. Per cui è meglio valutare soluzioni di investimento alternative, destinando una parte dei risparmi ad impieghi con un grado di rischio maggiore per cogliere le opportunità del mercato e ottenere rendimenti al di sopra dell’inflazione.

Diversificazione.

Un altro aspetto che l’investitore prudente spesso trascura è la diversificazione. Diversificare significa attenuare la volatilità del portafoglio, sempre che i titoli che lo compongono non siano correlati tra di loro, cioè che non si muovano tutti nella stessa direzione. Questo non garantisce un guadagno sicuro, ma costruire un portafoglio ben diversificato, dinamico e flessibile e curato nel tempo, potrebbe essere un’opportunità per una buona rivalutazione degli investimenti.

Investimento azionario.

La terza considerazione riguarda il mercato azionario. Negli ultimi anni abbiamo assistito a ribassi repentini e consistenti delle borse mondiali e gli investitori hanno reagito abbandonando l’investimento, subendo anche grosse perdite.
La storia però ci ha insegnato che il mercato azionario supera sempre la crisi e torna a crescere in tempi più o meno lunghi.

Chi decide di investire in strumenti di rischio non deve lasciarsi prendere dal panico e deve concentrarsi sul lungo termine, senza farsi scoraggiare dalle fasi di turbolenza, per non perdere l’opportunità di partecipare alle fasi di rialzo.

Considerare di investire una piccola percentuale del proprio capitale in quote azionarie significa avere la possibilità di combattere l’inflazione e possedere una leva per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *