Cambio Assegno allo Sportello e Limiti al Contante

L’art. 49 del D. Lgs. nr. 231/2007 (attuazione della Direttiva nr. 2005/60/CE) stabilisce che i versamenti ed i prelevamenti in banca possono superare la soglia prevista dall’art. 12 del D.L. nr. 201/2011 (decreto “Salva Italia”).

Il divieto si applica, perciò, alle transazioni (anche frazionate) in contanti di valore (complessivo) sopra-soglia tra soggetti diversi da quelli obbligati alla tracciabilità.

A ribadire il principio sono intervenute due recenti circolari del Ministero dell’Economia (04 novembre 2011 e 16 gennaio 2012) oltre che la circolare ABI dell’11 gennaio 2012.

Le stesse chiariscono che i prelevamenti ed i versamenti allo sportello sopra i limiti del contante sono esclusi dalla normativa antiriciclaggio poiché non costituiscono trasferimento di contante. Questo vale sia per gli assegni bancari che per gli assegni circolari, come spiegato nella guida assegni circolari su Assegni.net.

L’esenzione delle operazioni sopra-soglia effettuate per il tramite degli intermediari creditizi è giustificata dalla tracciabilità delle operazioni stesse.

Non a caso, gli operatori riportano sul titolo il codice fiscale e gli estremi del documento di riconoscimento del soggetto che versa sul proprio c/c o riscuote l’importo dell’assegno.

A norma dell’art. 15 del D. Lgs. nr. 231/2007, l’intermediario finanziario deve provvedere all’adeguata verifica del cliente, alla registrazione dell’operazione nell’archivio unico informatico nonché alla segnalazione delle operazioni sospette.

La tracciabilità, infine, impone l’obbligo, a carico degli intermediari, di comunicare mensilmente all’anagrafe tributaria di tutte le operazioni effettuate allo sportello comprese quelle “fuori-conto” come è il semplice cambio dell’assegno.

Perciò, ogni operazione è tracciata ai fini della normativa antiriciclaggio (art. 41 D. Lgs. nr. 231/2007) e del controllo fiscale (art. 7 comma 6 DPR nr. 605/73 – Disposizioni relative all’anagrafe tributaria e al codice fiscale dei contribuenti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *